Cosa succede quando un maestro dell’R’n’B incontra uno dei gruppi più drogati degli anni zero? In realtà non c’è una risposta definitiva a questa domanda. O, per meglio dire, ce ne sono molte. Innanzitutto potrebbe essere causa di un abominio musicale senza precedenti; oppure ancora potrebbe essere la svolta della musica indipendente. La risposta, come in molti casi, sta probabilmente nel mezzo. Ma lasciamo che sia il brano a parlare da sé.

Come potete giudicare con le vostre orecchie il brano è certamente riuscito. Il riverbero e i deliri in pieno stile Tame Impala riescono a sposarsi  con la musica cool di Miguel. Se non siamo davanti ad un miracolo ci manca davvero poco. La semplicità con cui tutto questo si amalgama è disarmante, quasi meravigliosa. Probabilmente la sentiremo in cuffia molte ma molte più volte di quante immaginiamo.