Ed eccoci qua per parlare dei migliori dischi di questo 2016. Inutile dire che quest’anno non sono mancati dischi meravigliosi di artisti affermati e tante belle scoperte da parte di musicisti emergenti.

Il 2016 è stato un anno di conferme e smentite, di geni entrati nella storia e di grandi scommesse fallimentari. Il tutto non è passato inosservato al nostro occhio, come sempre vigile e attento. Dopo innumerevoli riflessioni siamo qui per raccontarvi la nostra opinione.

Non esitate a farci sapere le vostre liste nei commenti qua sotto!

 

I MIGLIORI ALBUM DEL 2016: Il parere dei nostri lettori.

A questo link trovate il nostro gruppo Facebook in cui abbiamo lanciato un piccolo sondaggio fra i nostri 600 utenti.

Questa, alla fine, è stata la classifica stillata in base ai gusti dei nostri utenti

  1. Radiohead – A Moon Shaped Pool
  2. Bon Iver – 22 A Milion
  3. Nicolas Jaar – Sirens
  4. Nick Cave And The Bad Seeds – Skeleton Tree
  5. Chance The Rapper – Coloring Book
  6. Kanye West – The Life Of Pablo
  7. David Bowie – Black Star
  8. Drake – Views
  9. The Rolling Stones – Blue and Lonesome
  10. Keaton Henson – Kindly Now
  11. Pyrex – The Dark Album
  12. Goat – Requiem
  13. Arca – Entranas
  14. Frank Ocean – Blonde

 

I MIGLIORI ALBUM: La classifica di WM ufficiale

 

15. A tribe called quest – We got it from here… thank you 4 your service

Questa è tutta realtà, gli A Tribe Called Quest sono tra noi, nonostante le voci che li davano oramai fuori dalle scene (dal 1998 non pubblicavano un disco).

We Got It From Here.. è un concentrato di canzoni pazzesche che vedono, tra le altre, le collaborazioni di Kanye e Kendrick.

Poesia pura.

 

 

14. Anohni – Hopelessness

“Anohni chiama a raccolta due dei migliori producer in circolazione in un disco ossimoro che riesce a far convivere e ad elevareuna rabbia viscerale con una voce estatica e un’elettronica sperimentale.

Un disco a trecentosessanta gradi, che torna a dare rilievo al contenuto, oltre che alla forma. L’asticella è stata alzata”.

La recensione di Without Musicians

 

 

 13. Arca – Entrañas

“Arca si riconferma uno dei producer più talentuosi degli ultimi anni, con un EP al dir poco spettacolare.

Visioni spettrali, suoni che vengono dal futuro, produzione sublime. Arca è il genio luminoso del nostro secolo”.

La recensione di Without Musicians 

 

 

12. Solange – A seat at the table

“A Seat At The Table è l’album che consacra Solange come artista di spessore unico nel mondo funk, r’n’b e soul, travalicando i confini troppo stretti del mondo indie in cui pareva confinata.

Ma è anche un disco manifesto, una fotografia lucida del momento storico che sta vivendo la comunità afroamericana che da oggi ha una nuova, potente ed elegante voce”.

La recensione di Without Musicians

 

11.  Hamilton Leithauser + Rostam – I Had A Dream That You Were Mine

“Un’ottima prova che sancisce l’inizio di quello che (si spera) sarà un lungo sodalizio. Vedremo cosa ci riserveranno per il futuro”.

La recensione di Without Musicians 

 

 

 

 

10. Lost Under Heaven – Spiritual songs for lovers to sing

“Potente, visionario, apocalittico, scontroso. 4 aggettivi che nella loro essenza riescono a definire un lavoro denso di significati come Spiritual Songs. LUH, persi sotto il paradiso inebriati dall’ispirazione”.

Leggi la recensione di Without Musicians 

WM ha avuto l’onore di intervistare Ellery, cantante dei LUH

Qui la nostra intervista.

 

9. Anderson .Paak – Malibu

“16 tracce incredibili, 16 tracce di freschezza R’n’B – Soul che accarezzano come onde vellutate la costa di un mare esotico.

Questo è l’album che Anderson .Paak ha deciso di regalarci in questo 2016 anno che, tra le altre cose, verrà ricordato per decine di meraviglie afro-americane fra cui Chance The Rapper e Kanye West”.

Qui la recensione di Without Musician

 

 

8. Jenny Hval – Blood Bitch

“Un ulteriore passo avanti per un’artista che non può più essere sottovalutata. Un disco completo a livello tematico, musicale e lirico. In attesa della prossima sorpresa”

La recensione di Without Musicians

 

 

 

 

7. Chance The Rapper – Coloring Book

“Chance ci aveva fatto innamorare di lui in tempi meno sospetti con il mixtape Acid Rap.

Passate diverse stagioni e diversi anni siamo di nuovo qua a parlare del rapper di Chicago, ora più che mai in totale spolvero.

Riscoperte le sonorità gospel che da anni non si vedevano nella scena Rap, Chance è definitivamente pronto a incantare il mondo. C. B. è il miglior inizio.”

Leggi la recensione di Without Musicians 

6.  Nicolas Jaar – Sirens

“Sirens di Nicolas Jaar è un meraviglioso equilibrio tra musica elettronica ed impegno politico: un album destinato ad essere una pietra miliare. Non si può aggiungere altro se non ascoltarlo, in maniera consapevole”.

La recensione di Without Musicians.

 

 

 

5. Radiohead – A  moon shaped pool

“I Radiohead, preso atto di ciò che sono diventati, portano alle estreme conseguenze il concetto estetizzante di musica, innovando senza stravolgere e andando a ripescare quelle perle nascoste del loro passato. Una prova del nove superata brillantemente, con la classe di chi sa che non fallirà”.

La recensione di Without Musicians.

 

 

4. David Bowie – Blackstar

“Il culmine di una vita votata alla musica e all’arte in tutte le sue sfaccettature. Un album meraviglioso di un artista unico e irripetibile.”

La recensione di Without Musicians

 

 

 

 

3. Frank Ocean – Blonde / Endless

“Il timore (e il pensiero vola alla felpa dei Jesus and Mary Chain sfoggiata in segheria) è quello di aver appena assistito alla trasformazione dell’uomo dietro Swim Good in un brand”.

E probabilmente non è andata così.

La recensione di Without Musicians

 

 

2. Kanye West – The Life Of Pablo

“Considerando l’hype mostruoso che si portava dietro, The Life Of Pablo è un’opera che viene certamente promossa. Starà a voi dimenticare tutto ciò che avete amato nei dischi di Kanye West per abbracciare completamente questa sua nuova svolta altrettanto originale e creativa come sempre. Ce la farete?”

Uno dei migliori album del nostro amato rapper di Chicago che ha illuminato come un “ultralight beam” la scena rap.” La recensione di Without Musicians

 

1. Nick Cave and the Bad Seeds – Skeleton Tree

“Il Re Inchiostro ci regala un disco meraviglioso e struggente, seguendo la sua indole introspettiva e regalando al figlio compianto il degno congedo da questa vita terrena. Un album di grandiosa portata che conferma l’estrema sensibilità artistica di una delle più grandi menti della storia della musica”

La recensione di Without Musicians

 

 

 

I MIGLIORI ALBUM: La classifica dei singoli Recensori

Alessandro Pagni:

  1. Nick Cave And The Bad Seeds, Skeleton Tree
  2. David Bowie, Blackstar
  3. PJ Harvey, Six Hope Demolition Projetc
  4. Parquet Courts, Human Performance
  5. Leonard Cohen, You Want It Darker
  6. Dinosaur Jr, Give a Glimpse of What Yer Not
  7. Black Mountain, IV
  8. Okkervill River, Away
  9. Afterhours, Folfiri & Folfox
  10. Iggy Pop, Post Pop Depression
  11. Marching Church, Telling It Like It Is
  12. Nicolas Jaar, Sirens
  13. Goat, Requiem
  14. Sorge, La guerra di domani
  15. Preoccupation, Preoccupation

 

Marta Santi:

  1. Frank Ocean: Blonde
  2. Blood Orange: Freetown Sound
  3. Nicolas Jaar: Sirens
  4. Beyoncé: Lemonade
  5. Angel Olsen: My Woman
  6. ANOHNI: HOPELESSNESS
  7. Kaytranada: 99.9%
  8. Solange: A Seat at the Table
  9. Frankie Cosmos: Next Thing
  10. Skepta: Konnichiwa

 

Alessandro Perrone 

  1. Radiohead – A Moon Shaped Pool
  2. David Bowie – Blackstar
  3. Autechre – elseq 1–5
  4. Burial – Youngh Death
  5. Niechęć – Niechęć
  6. Kendrick Lamar – untitled unmastered.
  7. Childish Gambino – Awaken My Love
  8. Car Seat Headrest – Teens of Denial
  9. Swans – The Glowing Man
  10. Preoccupations – Preoccupations
  11. BADBADNOTGOOD – IV
  12. Tortoise – The Catastrophist
  13. Aphex Twin – Cheetah Ep
  14. Motta – La fine dei vent’anni
  15. Zen Circus – La Terza Guerra Mondiale

 

Ugo Olivo 

  1. Radiohead – A Moon Shaped Pool
  2. Savages – Adore Life
  3. David Bowie – Blackstar
  4. Blood Orange – Freetown Sound
  5.  PJ Harvey – The Hop Six Demolition Project
  6. Preoccupations – Preoccupations
  7.  Merchandise – A Corpse Wired Forma Sound
  8. Nick Cave & The Bad Seeds – Skeleton Tree
  9.  Soviet Soviet – Endless
  10.  Goat – Requiem
  11.  Sunwatchers – Sunwatchers
  12. A Tribe Called Quest – We Got It From Here…Thank You For Your Service
  13.  Kendrick Lamar – untitled unmastered.
  14.  Frank Ocean – Blonde
  15.  Thee Oh Sees – A Weird Exits

 

Francesco Lenzi

  1. A moon shaped pool (Radiohead)
  2.  Skeleton tree (Nick Cave and the Bad Seeds)
  3. You want it darker (Leonard Cohen
  4. Blackstar (David Bowie)
  5. Everything you’ve come to expect (The Last Shadow Puppets)
  6. Blue and lonesome (The Rolling Stones)
  7. Post pop depression (Iggy Pop)
  8. Hamburg demonstration (Pete Doherty)
  9. Walls (Kings of leon)
  10. Puberty 2 (Mitski)
  11. My woman (Angel Olsen)
  12. Pretty years (Cymbals eat guitars)
  13. Goodness (The Hotelier)
  14. Alas Salvation (Yak)
  15. I like it when you sleep, for you are so beautiful yet so unawere of it (The 1975)

 

Isacco Bricalli

  1.  Goat – Requiem
  2. Kendrick Lamar – Untlited unmastered
  3. Anderson .paak – Malibu
  4. Nick cave and the bad seeds- Skeleton tree
  5. Joey purp – iiiDrops
  6. Radiohead – A moon shaped pool
  7. Felix lalú – Coltellate d’affetto
  8. Ian william craig – Centres
  9. Angel Olsen – my woman
  10. Owen – the king of whys

 

Filippo Greggi

  1. Nicolas Jaar – Sirens
  2. Nick Cave & The Bad Seeds – Skeleton Tree
  3. Jenny Hval – Blood Bitch
  4. Blood Orange – Freetown Sound
  5. David Bowie – Blackstar
  6. Death Grips – Bottomless Pit
  7. Radiohead – A Moon Shaped Pool
  8. Arca – Entranas
  9. Leonard Cohen – You Want It Darker
  10. Skepta – Konnichiwa
  11. Salmo – Hellvisback
  12. Nite Jewel – Liquid Cool
  13. ANOHNI – Hopelessness
  14. Lambchop – Flotus
  15. Radian – On Dark Silent Off

Luca Santoro 

Ecco la lista sistemata:

  1. Nicolas Jaar – Sirens
  2. David Bowie – Blackstar
  3. Piers Faccini – I Dreamed An Island
  4. Weyes Blood – Front Row Seat To Earth
  5. PJ Harvey – The Hope Six Demolition Project
  6. Nick Cave & The Bad Seeds – Skeleton Tree
  7. Laura Gibson – Empire Builder
  8. Peter Broderick – Partners
  9. Mark Pritchard – Under The Sun
  10. Mogwai – Atomic 
  11. The Amazing – Ambulance 
  12. Dylan LeBlanc – Cautionary Tale 
  13. Lissie – My Wild West
  14. Solange – A Seat At The Table
  15. Bon Iver – 22, A Million