Un’anno e mezzo fa, più o meno, ci eravano lasciati dentro la tempesta, circondati da tifoni e grandine che picchiava duro sulla nostra pelle e sui nostri occhi; una tempesta che ci lasciava fradici e malconci, esposti come dei bambini alla vita. Questo era Out in The Storm della nostra Waxahatchee, un purissimo e completissimo mix tra indie-rock e garage, circondato da addii e amori consumati e parole urlate contro il vento.
Ci ritroviamo a distanza di tempo con questo Great Thunder che somiglia alla calma, alle macerie che restano dopo il passaggio di un tornado, al vuoto delle presenze che improvvisamente spariscono.

We get comfortable with our detachment to our oldest friends
And you got me here where I’m left alone
I’m not the only thing you ever left

Così la nostra Katie ci riporta alla realtà dopo il disastro. Con le domande e le strazianti macerie che compongono un paesaggio distorto dai danni e dall’abbandono; unica sopravvissuta in uno spazio gigante, getta via tutto e si siede al pianoforte dove riarrangia sei vecchi brani e li trasporta in una chiave estremamente introversa; una chitarra qui e là, il pianoforte accennato che riecheggia ovunque.
Quasi rassegnata vuole un motivo “Mississippi, I’m alone in the alley/What am I supposed to be fighting for?” e cerca di trovarlo nella presenza di qualcuno che vorrà sedersi al suo fianco “It’s not the ending that’s the tragic part/If you’d get off my shoulders and sit beside me we would both be fine”.

La capacità di cambiare agevolmente pelle è sempre stata una delle più grandi qualità della nostra Katie, che nonostante le continue volontà di costringerla dietro delle definizioni di genere piuttosto rigide trova sempre la forza di divincolarsi e lasciarsi andare a quello che più le si addice in quel momento.
Il liberarsi dal garage rock pur mantenendo i toni e l’irruenza con cui arrivano certi concetti e la scelta di affidare alla semplicità questi sei pezzi dimostrano sicuramente la maturità artistica e personale della cantante, come d’altronde già mostrato con il disco dello scorso anno.

I say
You will hit the bottom harder each time
I say
You can leave all of your failure behind
Take it out
Take it out
Take it out on me baby