“Kemst þó hægt fari” recita un proverbio islandese, “Vai, sebbene piano” è la sua traduzione nella nostra lingua. Ci racconta della calma e dei gesti che devono essere compiuti seppure in assoluta tranquillità.
Piamo e a piccoli passi si muove il nuovo disco dell’islandese SóleyEndless Summer; con una copertina che richiama la rigidità dell’inverno in un mix di colori molto freddi, la nostra cantautrice islandese dopo l’esordio solista, We Sink, e la seonda prova Ask The Deep, ci regala la primavera in un solo disco, anticipando il sole estivo e contenendolo.

Nothing to fight
Emptiest forest
No one can hear the sound of your dear
Stay for a while
Lead me away from the night
I’ll make you happy

Canta e suona un pianoforte, così si potrebbe riassumere, con le uniche due costanti del disco. Si siede al piano e scrive, canta proprio come ce lo aveva anticipato. Non ci sono intrusi o collaborazioni, c’è solo lei immersa in uno dei paesaggi mozzafiato della sua Islanda.
Suoni leggeri e una voce che si fa sognante ad evocare la carezza di una mano, o il respiro della persona che amiamo sul collo; sembra tutto estremamente immobile, quasi in contrapposizione alla frenesia che ci pervade nel nostro quotidiano, questa è la forza di quest’album. La calma e la pace che lo pervadono, quasi come se fossimo intrappolati in una foresta incantata, fuori dal tempo, lasciando che tutto ci scorra addosso.

Sooner it’s over, I go home
Adventures truly come and go
Heart by heart, turning cold
Before they grow and hit too low
We grow, and then we die
We grow, and then we die

Tutto è misurato, tutto cammina ma senza una particolare fretta o una voglia di stupire, senza virtuosismi al piano o vocali; la disarmante semplicità che pervade tutta la registrazione è come un fiume che ti bagna le caviglie, gelido e rilassante, quasi a preannunciare l’estate calda che si vede all’orizzonte.
Endless Summer è il disco di cui abbiamo bisogno quando siamo oppressi dalle scadenze e dalla pesantezza dei giorni nostri e io mi sento di cantare con lei pochi versi della Title Track.

Did you see the stars?
Did you see the sun come up?
You can find me in the flowers
You can find yourself some peace